Come installare Brave Browser su Fedora 37/36/35


Brave è un browser web gratuito e open source basato sul browser web chromium con una forte attenzione alla privacy. Si distingue dagli altri browser bloccando automaticamente gli annunci online e i tracker di siti Web nelle impostazioni predefinite. Brave afferma che il suo browser mette meno a dura prova le prestazioni del tuo computer rispetto a Google Chrome. Anche con più schede aperte contemporaneamente, il nuovo Brave Software utilizza il 66% di memoria in meno e ha 57.2 milioni di utenti attivi in ​​più, secondo l'ultima misura di agosto 2022, e in crescita. Oltre alle sue funzionalità per la privacy, Brave include anche strumenti integrati di sicurezza e miglioramento delle prestazioni, che lo rendono una scelta a tutto tondo per chi cerca un'esperienza di navigazione sicura e veloce.

Nel seguente tutorial imparerai come installare Brave Browser su Fedora 37/36/35 Linux importando le chiavi e il repository GPG ufficiali con istruzioni dettagliate sull'installazione, l'aggiornamento e la rimozione del browser, inclusa la disabilitazione/abilitazione il repository DNF. Come bonus, sono inclusi i metodi di installazione opzionali beta e notturni, installati insieme a stable.

Passaggi consigliati prima dell'installazione

Prima di continuare, si consiglia al sistema di assicurarsi che tutti i pacchetti esistenti siano aggiornati per evitare conflitti di sistema.

sudo dnf upgrade --refresh -y

Importa Brave Browser Repository su Fedora Linux

Gli utenti hanno tre scelte da importare per l'installazione di Brave Browser. Il primo e più consigliato è installare il ramo stabile di Brave Browser per la maggior parte del tuo utilizzo. Tuttavia, puoi installare i repository di build beta e nightly per utenti più avanzati o curiosi.

Guarda anche  Come installare Audacity su Fedora 37/36/35

Importa chiave GPG stabile:

pubblicità


sudo rpm --import https://brave-browser-rpm-release.s3.brave.com/brave-core.asc

Importa repository stabile:

sudo dnf config-manager --add-repo https://brave-browser-rpm-release.s3.brave.com/x86_64/

Opzione 2 – Importa Brave Browser Beta

Importa chiave GPG Beta:

sudo rpm --import https://brave-browser-rpm-beta.s3.brave.com/brave-core-nightly.asc

Importa repository beta:

sudo dnf config-manager --add-repo https://brave-browser-rpm-beta.s3.brave.com/x86_64/

Opzione 3 – Importa Brave Browser Nightly (Attenzione!)

Importa chiave GPG notturna:

sudo rpm --import https://brave-browser-rpm-nightly.s3.brave.com/brave-core-nightly.asc

Importa repository notturno:

sudo dnf config-manager --add-repo https://brave-browser-rpm-nightly.s3.brave.com/x86_64/

Installa Brave Browser su Fedora Linux

Brave browser può ora essere installato utilizzando il seguente comando.

pubblicità


sudo dnf install brave-browser -y

In alternativa, puoi installare Brave Beta o Nightly build se hai aggiunto i repository. Queste due versioni non sono consigliate per l'uso quotidiano, specialmente non su un desktop principale o in un ambiente di produzione.

Nota che non sostituiscono la tua versione stabile e sono installati separatamente.

Installa la versione Beta di Brave Browser

sudo dnf install brave-browser-beta -y

Installa Brave Browser Nightly Build (Dev)

sudo dnf install brave-browser-nightly -y

In alternativa, puoi installarli tutti e tre in un colpo solo usando il comando seguente.

sudo dnf install brave*

Avvia il Brave Browser su Fedora Linux

Una volta completata l'installazione, ci sono diversi modi per correre coraggiosamente. Per prima cosa, mentre sei nel tuo terminale, usa il seguente comando.

brave-browser

Il modo migliore per utilizzare il browser per gli utenti desktop che preferiscono non utilizzare il terminale a riga di comando è aprire la GUI dell'applicazione seguendo il percorso.

Attività > Mostra applicazioni > Brave Browser.

pubblicità


Esempio:

Avvia la versione stabile, beta o notturna di Brave Browser dal menu delle applicazioni su Fedora 37/36/35 Linux

Lo prima volta apri Brave, verrai accolto con la seguente finestra pop-up.

Esempio:

Notifica della prima volta del browser coraggioso per l'opzione browser predefinita su Fedora 37/36/35 Linux

Deseleziona o lascia così com'è e fai clic su OK per continuare.

Ora vedrai finalmente Brave Internet Browser; correre attraverso il "Andiamo" tour per la prima volta o fare clic su “Salta il tour di benvenuto” per la maggior parte degli utenti.

Esempio:

pubblicità


Configurazione per la prima volta quando Brave Browser è stato lanciato su Fedora 37/36/35 Linux

Successivamente, atterrerai alla pagina di destinazione del motore di ricerca predefinita.

Guarda anche  Come installare ClamAV su Fedora 37/36/35

Esempio:

Esempio di pagina predefinita di Brave Browser all'avvio su Fedora 37/36/35 Linux

Aggiorna Brave Browser su Fedora Linux

Gli utenti coraggiosi del browser verranno informati degli aggiornamenti, dato che lo hai installato con il gestore di pacchetti DNF e il resto degli aggiornamenti di sistema. Tuttavia, si consiglia di eseguire costantemente un controllo dell'aggiornamento del terminale della riga di comando.

sudo dnf upgrade --refresh

Rimuovi (disinstalla) Brave Browser su Fedora Linux

Esegui uno dei seguenti comandi corrispondenti alla tua versione di Brave e rimuovi il repository per rimuovere Brave.

Rimuovere la scuderia di Brave Browser versione.

sudo dnf autoremove brave-browser

Si noti che verranno rimosse anche le dipendenze inutilizzate.

Se hai installato la versione beta o unstable.

pubblicità


Rimuovi la versione beta di Brave Browser versione

sudo dnf autoremove brave-browser-beta

Rimuovi il browser coraggioso versione notturna

sudo dnf autoremove brave-browser-nightly

Infine, è sempre una buona idea disabilitare i repository se non ne hai più bisogno; puoi riattivarli in seguito se desideri installare nuovamente Brave.

sudo dnf config-manager --set-disabled brave-browser*

Nota che questo disabiliterà tutti i repository del browser coraggiosi e li sostituirà browser coraggioso* con il nome completo stampando i repository coraggiosi che hai importato nel tuo terminale.

dnf repolist | grep brave

Utilizzare il seguente comando di abilitazione per gli utenti che desiderano riattivare i repository per installazioni future. Ricorda, puoi specificare il nome se stai cercando una versione particolare invece del comando blanket se ne hai importati multipli in passato.

sudo dnf config-manager --set-enabled brave-browser*


Non è quello che cercavi? Prova a cercare ulteriori tutorial.

Lascia un tuo commento