Come installare Python 3.9 su Debian 11 Bullseye

Python è uno dei linguaggi di alto livello più popolari, incentrato su applicazioni di alto livello e orientate agli oggetti, da semplici script a complessi algoritmi di apprendimento automatico. Il linguaggio Python è stato creato da Guido van Rossum e rilasciato nel 1991, Python 2 nel 2000 e Python 3 nel 2008. Attualmente, l'ultima serie in Python è 3.9 introduce cambiamenti significativi alle funzionalità del linguaggio e al modo in cui il linguaggio viene sviluppato insieme a un aumento delle prestazioni in nuove funzioni stringa, operatori di unione di dizionari e API interne più coerenti e stabili.

Alcune delle funzionalità che Python può eseguire:

  • Python può essere utilizzato su un server per creare applicazioni web.
  • Python può essere utilizzato insieme al software per creare flussi di lavoro.
  • Python può connettersi ai sistemi di database. Può anche leggere e modificare i file.
  • Python può essere utilizzato per gestire big data ed eseguire calcoli matematici complessi.
  • Python può essere utilizzato per la prototipazione rapida o lo sviluppo di software pronto per la produzione.

Nel seguente tutorial imparerai come installare Python 3.9 su Debian 11 Bullseye, insieme a un rapido esempio di come creare un ambiente virtuale (venv).

Prerequisiti

  • Sistema operativo consigliato: Debian 11 Bullseye
  • Account utente: Un account utente con privilegi sudo or accesso root (comando su).
  • Pacchetti richiesti: 

Aggiornamento del sistema operativo

Aggiorna il tuo Debian 11 sistema operativo per assicurarsi che tutti i pacchetti esistenti siano aggiornati:

sudo apt update && sudo apt upgrade

Accesso root o sudo

Per impostazione predefinita, quando crei il tuo account all'avvio con Debian rispetto ad altre distribuzioni, non riceve automaticamente lo stato di sudoers. Devi avere accesso a password di root usare il comando su o visita il nostro tutorial su Come aggiungere un utente a Sudoers su Debian.


pubblicità


Metodo 1. Installa Python 3.9 con APT

La prima opzione per installare Python 3.9 è utilizzare il gestore di pacchetti APT, che è spesso consigliato per la sua facilità d'uso, stabilità e, soprattutto, disponibilità di aggiornamenti di sicurezza urgenti che possono essere applicati in pochi comandi con il resto del tuo aggiornamenti di sistema.

Per impostazione predefinita, Python 3.9 dovrebbe essere installato. Se manca, usa il seguente comando apt per installare Python nel tuo terminale:

sudo apt install python3.9

Quindi, verifica l'installazione utilizzando il comando policy apt-cache:

sudo apt-cache policy python3.9

Esempio di output:

python3.9:
  Installed: 3.9.2-1
  Candidate: 3.9.2-1
  Version table:
 *** 3.9.2-1 500
        500 http://ftp.au.debian.org/debian bullseye/main amd64 Packages
        100 /var/lib/dpkg/status

Quindi, conferma la versione installata:

python 3.9 --version

Esempio di output:

Python 3.9.2

Metodo 2. Installa Python 3.9 dal sorgente

La seconda parte dell'installazione delle build 3.9 consiste nell'installare i pacchetti richiesti. Per installare queste dipendenze, esegui il seguente comando nel tuo terminale:

sudo apt install build-essential zlib1g-dev libncurses5-dev libgdbm-dev libnss3-dev libssl-dev libsqlite3-dev libreadline-dev libffi-dev curl libbz2-dev -y

Ora, vai alla pagina dei download e ottieni l'ultima versione di Python 3.9 build e usa il comando wget per scaricare l'ultimo archivio:

wget https://www.python.org/ftp/python/3.9.7/Python-3.9.7.tar.xz

Estrai l'archivio Python. Ricorda, cambia il numero di versione se ne hai scaricato uno più recente:

tar -xf Python-3.9.7.tar.xz
mv Python-3.9.7 /opt

Passare alla directory ed eseguire il ./configure –enable-optimizations comando:

cd /opt/Python-3.9.7
./configure --enable-optimizations --enable-shared

Nota, lo script esegue diversi controlli per assicurarsi che tutte le dipendenze sul tuo sistema siano presenti. Il ./configure –enable-optimizations ottimizzerà il binario Python eseguendo più test, il che renderà il processo di compilazione più lento.

Ora che hai creato e configurato l'ambiente, è il momento di compilarlo con il comando make.

make

Un trucco pratico è specificare il -J in quanto ciò può aumentare significativamente la velocità di compilazione se si dispone di un server potente. Ad esempio, il server LinuxCapable ha 6 CPU e posso usarle tutte e 6 o almeno usarne da 4 a 5 per aumentare la velocità.

make -j 6

Una volta terminata la compilazione, installa i binari Python come segue:

make

Nota, si consiglia di utilizzare il fai altinstall comando NOT per sovrascrivere il sistema binario Python 3 predefinito.

Successivamente, dopo l'installazione, è necessario configurare i collegamenti di runtime del linker dinamico:

sudo ldconfig /opt/Python3.9.7

Nota, non saltare questo, o incontrerai problemi. Dovrai anche sostituire il percorso con il nome e la versione della directory.

Conferma che Python 3.9 è installato e la versione build eseguendo il seguente comando:

python3.9 –version

Esempio di output:

Python 3.9.7

pubblicità


Crea un ambiente virtuale

Il modulo venv di Python è un ambiente virtuale è un ambiente Python tale che l'interprete Python, le librerie e gli script installati in esso siano isolati da quelli installati in altri ambienti virtuali e (per impostazione predefinita) eventuali librerie installate sul tuo sistema operativo, ad esempio quelle installate sul tuo sistema operativo Ubuntu per evitare scontri e disturbi ai tuoi ambienti di produzione.

Per assicurarti che Python 3.9 sia installato correttamente e funzioni, crea un progetto Python rapido come segue.

Innanzitutto, crea la directory del progetto e vai ad essa:

mkdir ~/test_app && cd ~/test_app

Ora all'interno della directory principale del progetto, esegui il seguente comando per creare un ambiente virtuale, per il nome del test è test_app:

python3.9 -m venv test_app_venv

Quindi, attiva l'ambiente virtuale come segue:

source test_app_venv/bin/activate

Dopo aver avviato l'ambiente virtuale, ti troverai ora nel terminale del prompt della shell. Noterai che il nome del tuo ambiente sarà preceduto.

Esempio:

(test_app_venv) root@debian:~/test_app# 

Per impostazione predefinita, dovrebbe essere installato pip 3.9, che è il gestore di pacchetti più utilizzato per Python.

Per uscire dall'ambiente virtuale, utilizzare il seguente comando:

deactivate

Commenti e Conclusione

Il tutorial ti ha mostrato come configurare e costruire la tua versione Python sul tuo sistema Debian 11 Bullseye usando uno dei due metodi pubblicati. Dovrai assicurarti di continuare ad aggiornarlo come con tutte le build autocompilate e gli aggiornamenti, in particolare per quanto riguarda la sicurezza, possono essere dimenticati senza verificare in futuro, quindi è meglio iscriversi a un feed RSS Python o simile per stare al passo con le notizie e gli aggiornamenti.

Sottoscrivi
Notifica
1 Commento
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Oppure potresti usare un gestore di pacchetti. Cioè se sei pigro come me (un utente di 20 anni e più di 65). Ma un gestore di pacchetti ti mostrerà anche altri PGM che possono essere utilizzati con strumenti completi da aggiungere.

1
0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x