Come installare Python 3.10 su Ubuntu 20.04

Python è uno dei linguaggi di alto livello più popolari, incentrato su applicazioni di alto livello e orientate agli oggetti, da semplici script a complessi algoritmi di apprendimento automatico. Alcune delle funzionalità che Python può eseguire:

  • Python può essere utilizzato su un server per creare applicazioni web.
  • Python può essere utilizzato insieme al software per creare flussi di lavoro.
  • Python può connettersi ai sistemi di database. Può anche leggere e modificare i file.
  • Python può essere utilizzato per gestire big data ed eseguire calcoli matematici complessi.
  • Python può essere utilizzato per la prototipazione rapida o lo sviluppo di software pronto per la produzione.

Per gli utenti e soprattutto gli sviluppatori che desiderano provare l'ultima versione di Python, alla fine di questa guida, lo saprai come installare Python 3.10 su Ubuntu 20.04 LTS.

Prerequisiti

  • Sistema operativo consigliato: Ubuntu 20.04 oro superiore
  • Account utente: Un account utente con sudo or accesso root.

Aggiorna il sistema operativo

Aggiorna il tuo Ubuntu sistema operativo per assicurarsi che tutti i pacchetti esistenti siano aggiornati:

sudo apt update && sudo apt upgrade -y

Il tutorial utilizzerà il comando sudo che collaborano con noi, attingono direttamente dalla storia e dalla tradizione veneziana supponendo che tu abbia lo stato di sudo.

Per verificare lo stato di sudo sul tuo account:

sudo whoami

Esempio di output che mostra lo stato di sudo:

[joshua@ubuntu ~]$ sudo whoami
root

Per configurare un account sudo esistente o nuovo, visita il nostro tutorial su Come aggiungere un utente a Sudoers su Ubuntu.

Per utilizzare l' account di root, usa il seguente comando con la password di root per accedere.

su

pubblicità


Installa Python 3.10 con APT Package Manager

Installare le ultime versioni di Python 3.10 è un processo relativamente semplice su Ubuntu, grazie ai PPA personalizzati. Per installare e ricevere aggiornamenti continui per nuove funzionalità, correzioni di bug e aggiornamenti di sicurezza critici, aggiungi il (serpenti morti/ppa).

Innanzitutto, installa il prerequisito per l'aggiunta di PPA personalizzati:

sudo apt install software-properties-common -y

Secondo, aggiungi il (serpenti morti/ppa) all'elenco delle fonti del gestore pacchetti APT:

sudo add-apt-repository ppa:deadsnakes/ppa -y

Una volta installato il repository, ora puoi installare Python 3.10 eseguendo il seguente codice:

sudo apt install python3.10

Vedrai i seguenti pacchetti installati nella tua installazione:

come installare python 3.10 su ubuntu 20.04 lts fossa focale

Per verificare l'installazione e la versione build di Python 3.10, eseguire le seguenti operazioni:

python3.10 --version

Esempio di output:

come installare python 3.10 su ubuntu 20.04 lts fossa focale

Nota, questa versione cambierà nel tempo è solo un esempio.

Alternativa: build notturne

Per gli sviluppatori che richiedono le ultime build notturne, il PPA ha un ramo aggiuntivo per queste build. Tuttavia, dovrebbero essere utilizzati solo da professionisti e sviluppatori che richiedono l'uso di tali build.

sudo add-apt-repository ppa:deadsnakes/nightly -y

Ora, se hai l'impostazione predefinita 3.10 stabile di (serpenti morti/ppa), puoi eseguire il comando apt update per aggiornare i pacchetti esistenti.

sudo apt update

Quindi aggiorna i pacchetti:

sudo apt upgrade

Se non hai python installato, usa il comando di installazione.

sudo apt install python3.10 -y

RICORDA DI AGGIORNARE REGOLARMENTE IN QUANTO QUESTA È UNA VERSIONE NOTTURNA.

Se vuoi tornare al PPA stabile. Innanzitutto, rimuovi Python 3.10.

sudo apt autoremove python3.10 --purge

Quindi, rimuovi il PPA di build Nightly.

sudo add-apt-repository --remove ppa:deadsnakes/nightly -y

Una volta fatto, aggiorna l'elenco dei repository APT per riflettere la rimozione.

sudo apt update

Ora reinstalla Python 3.10; potrebbe essere necessario aggiungere nuovamente il PPA stabile se lo si rimuove. Puoi passare da una versione all'altra in questo modo. Tuttavia, si consiglia di configurare ambienti virtuali se è necessario utilizzare più ambienti.

Installa Python 3.10 su Ubuntu dal sorgente

L'opzione alternativa per coloro che si sentono più impegnativi o richiedono build avanzate specifiche dal repository git della fonte può scegliere di installare direttamente dalla fonte. Il problema principale con questo metodo è che non è possibile aggiornare rapidamente come il gestore di pacchetti APT e sarà necessario ricompilare per eventuali modifiche.

Innanzitutto, dovrai installare le dipendenze necessarie per compilare Python 3.10:

sudo apt install build-essential zlib1g-dev libncurses5-dev libgdbm-dev libnss3-dev libssl-dev libreadline-dev libffi-dev libsqlite3-dev wget libbz2-dev

La seconda parte è visitare il pagina dei download sul sito Web di Python e ottenere l'ultima versione usando (wget):

wget https://www.python.org/ftp/python/3.10.0/Python-3.10.0.tar.xz

Nota, questa è la versione stabile di Python 3.10; visita e controlla gli aggiornamenti.

L'archivio dei file è piccolo, quindi non ci vorrà molto tempo per scaricarlo. Una volta fatto, estrai l'archivio:

tar -xf Python-3.10.0.tar.xz

Sarà necessario passare alla directory di origine ed eseguire lo script di configurazione, che esegue un elenco di controllo essenziale per garantire che tutte le dipendenze siano presenti affinché l'installazione funzioni.

cd Python-3.10.0 && ./configure --enable-optimizations

Notare la (–abilitate-ottimizzazioni) è consigliato in quanto ottimizza il binario Python eseguendo più test ma richiede più tempo per competere. Nel complesso il processo dovrebbe richiedere alcuni minuti, quindi si consiglia di non saltare.

Esempio di output:

come installare python 3.10 su ubuntu 20.04 lts fossa focale

L'opzione successiva è usare il (fare) comando per avviare il processo di compilazione.

make -j 2

Notare la (-J) corrisponde al numero di core nel sistema per accelerare il tempo di compilazione. Se disponi di un server potente, puoi impostarlo all'altezza che desideri. In caso contrario, sarà l'opzione predefinita 1. Per scoprire quanti core hai sul tuo sistema, esegui il seguente codice:

nproc

Esempio di output:

2

Come puoi vedere, abbiamo due core, quindi nel comando (make), abbiamo usato (-j2).

Nell'ultimo passaggio, una volta terminato il processo di compilazione, installerai il sorgente Python 3.10 eseguendo quanto segue:

sudo make altinstall

Nota, la guida ha usato (installazione alternativa) invece del valore predefinito (installare) perché sovrascriverà il file binario python binario python3 predefinito /usr/bin/python.

Controlla la versione dell'installazione per assicurarti che sia stata installata correttamente e il suo numero di build corrente:

python3.10 --version

Esempio di output:

Python 3.10.0

pubblicità


Crea un ambiente virtuale di prova

Il modulo venv di Python è un ambiente virtuale è un ambiente Python tale che l'interprete Python, le librerie e gli script installati in esso siano isolati da quelli stabiliti in altri ambienti virtuali e (per impostazione predefinita) eventuali librerie installate sul tuo sistema operativo, ad esempio quelle installate sul tuo sistema operativo Ubuntu per evitare scontri e disturbi ai tuoi ambienti di produzione.

Per assicurarti che Python 3.10 sia installato correttamente e funzioni, crea un progetto Python rapido come segue.

Innanzitutto, crea la directory del progetto e vai ad essa:

mkdir ~/test_app && cd ~/test_app

Ora all'interno della directory principale del progetto, esegui il seguente comando per creare un ambiente virtuale, per il nome del test è test_app:

python3.10 -m venv test_app_venv

Quindi, attiva l'ambiente virtuale come segue:

source test_app_venv/bin/activate

Dopo aver avviato l'ambiente virtuale, ti troverai ora nel terminale del prompt della shell. Noterai che il nome del tuo ambiente sarà preceduto.

Esempio:

(test_app_venv) [joshua@localhost test_app]

Per impostazione predefinita, PIP3.10 dovrebbe essere installato, che è il gestore di pacchetti più utilizzato per Python.

Nel tutorial per testare l'installazione, è stato installato Apache-Airflow.

Esempio:

pip3.10 install apache-airflow

Rimuovere l'applicazione di prova utilizzando PIP3.10.

pip3.10 uninstall apache-airflow

Esempio di output:

Proceed (Y/n)? y
  Successfully uninstalled apache-airflow-2.1.4

Per uscire dall'ambiente virtuale, utilizzare il seguente comando:

deactivate

Commenti e Conclusione

Nel tutorial, hai imparato come installare Python 3.10 per Ubuntu e creare un ambiente virtuale veloce. Nel complesso, Python 3.10 è ancora migliore, quindi attenersi a Python 3.9 potrebbe essere più desiderabile per il momento. Per coloro che desiderano testare l'ultimo Python, la 3.10 vale l'investimento per l'installazione.

2 pensieri su "Come installare Python 3.10 su Ubuntu 20.04"

  1. Quello era qualcosa che posso chiamare una guida adeguata. Ho provato vari tutorial per l'installazione di Python 3.10. Ma pip3.10 non funzionava in nessun caso. Ma, dopo questi passaggi, tutto funziona correttamente.

    Rispondi

Lascia un tuo commento