Come installare il modulo Nginx PageSpeed ​​su Ubuntu 20.04

Google Modulo PageSpeed, noto anche come mod_PageSpeed, è un pacchetto open source Apache HTTP o Nginx a livello di server con moduli che aiutano a ottimizzare il tuo sito utilizzando vari filtri per le pagine che ottimizzano i fogli di stile del server, JavaScript e file HTML e immagini attraverso la memorizzazione nella cache e la riscrittura tra i primi caratteristiche.

Imparerai come installare ed eseguire una configurazione di base con Nginx PageSpeed ​​su un server Ubuntu 20.04 nella nostra guida.

Prerequisiti

  • Sistema operativo Ubuntu 20.04 (possono essere utilizzati 20.10 e 21.04)
  • Aggiorna ai pacchetti di sistema aggiornati
  • Accesso root o privilegi sudo.
  • Nginx Mainline o stabile e aggiornato.
  • Pacchetti Curl, Git, Unzip e Wget installati.

Controlla gli aggiornamenti sul tuo sistema Ubuntu 20.04:

sudo apt update && sudo apt upgrade -y

Installa i pacchetti richiesti curl, get e decomprimi:

sudo apt install unzip wget curl git && sudo apt update -y

Sarà inoltre necessario installare i seguenti pacchetti per varie parti di questa guida.

Installa i pacchetti richiesti specifici di PageSpeed:

sudo apt install dpkg-dev uuid-dev make

Per installare Nginx Mainline, che è preferito, visita il nostro Come installare Nginx Mainline su Ubuntu 20.04 guida.


pubblicità


Scarica il pacchetto sorgente Nginx

Dovrai compilare il "modulo ngx_pagespeed” dalla sorgente come modulo dinamico. Se non lo hai fatto prima, tratteremo come creare una directory da compilare per questo modulo oggi e in futuro, poiché ogni volta che aggiorni il tuo Nginx tramite il gestore di pacchetti APT, dovrai scaricare nuovamente il sorgente e ricompilare i moduli dinamici.

Crea la directory dei sorgenti di Nginx.

sudo mkdir -p /usr/local/src/nginx

Ora vai alla directory appena creata tramite CD.

cd /usr/local/src/nginx

Quindi, scarica il pacchetto sorgente Nginx secondo il comando sudo seguente.

sudo apt source nginx

Otterrai il seguente output. Nota che vedrai un messaggio di rifiuto. Questo può essere ignorato.

$ sudo apt source nginx
 [sudo] password for bytesboss: 
 Reading package lists… Done
 Need to get 1,184 kB of source archives.
 Get:1 http://nginx.org/packages/mainline/ubuntu focal/nginx nginx 1.21.0-1~focal (dsc) [1,515 B]
 Get:2 http://nginx.org/packages/mainline/ubuntu focal/nginx nginx 1.21.0-1~focal (tar) [1,064 kB]
 Get:3 http://nginx.org/packages/mainline/ubuntu focal/nginx nginx 1.21.0-1~focal (diff) [119 kB]
 Fetched 1,184 kB in 3s (441 kB/s)
 dpkg-source: info: extracting nginx in nginx-1.21.0
 dpkg-source: info: unpacking nginx_1.21.0.orig.tar.gz
 dpkg-source: info: unpacking nginx_1.21.0-1~focal.debian.tar.xz
 W: Download is performed unsandboxed as root as file 'nginx_1.21.0-1~focal.dsc' couldn't be accessed by user '_apt'. - pkgAcquire::Run (13: Permission denied)

Quindi, per confermare che la fonte è stata scaricata, digita il seguente comando.

ls -l

L'output dovrebbe essere, per esempio.

$ ls -l
 total 1164
 drwxr-xr-x 10 root root    4096 Jun 20 19:07 nginx-1.21.0
 -rw-r--r--  1 root root  118568 May 25 06:21 nginx_1.21.0-1~focal.debian.tar.xz
 -rw-r--r--  1 root root    1515 May 25 06:21 nginx_1.21.0-1~focal.dsc
 -rw-r--r--  1 root root 1063682 May 25 06:21 nginx_1.21.0.orig.tar.gz

Scarica il pacchetto sorgente ngx_pagespeed

Nella parte successiva della guida, dovrai scaricare il "ngx_pagespeed” pacchetto sorgente. Si consiglia di clonare l'origine della velocità di pagina utilizzando Git, poiché è possibile estrarre facilmente gli aggiornamenti in seguito e ricompilarli in futuro.

Ora, in questa parte, hai due opzioni al momento v1.13.35.2-stabile ramo del repository o il v1.14.33.1-RC1 ramo pre-rilascio. Entrambi hanno attualmente problemi. Un suggerimento sarebbe quello di visitare Git e leggere l'elenco dei problemi attuali per vedere se qualcuno ti avrebbe influenzato più dell'altro.

Nella nostra guida, abbiamo riscontrato che l'installazione della versione pre-release ha funzionato meglio. Per quanto stabile possa avvantaggiarti di più, è una decisione difficile da fare.

Innanzitutto, CD nella directory:

cd /usr/local/src

Ora clona la fonte git ngx_pagespeed:

sudo git clone https://github.com/apache/incubator-pagespeed-ngx.git

Esempio di output:

$ sudo git clone https://github.com/apache/incubator-pagespeed-ngx.git
 Cloning into 'incubator-pagespeed-ngx'…
 remote: Enumerating objects: 84048, done.
 remote: Counting objects: 100% (7/7), done.
 remote: Compressing objects: 100% (7/7), done.
 remote: Total 84048 (delta 1), reused 3 (delta 0), pack-reused 84041
 Receiving objects: 100% (84048/84048), 78.83 MiB | 17.93 MiB/s, done.
 Resolving deltas: 100% (64835/64835), done.

La parte successiva può essere eseguita in due modi diversi, stabile o pre-rilascio. Entrambi saranno elencati di seguito.

Stabile ngx_pagespeed – Consigliato

CD nel nuovo sorgente clone ngx_pagespeed, quindi controlla l'ultimo ramo stabile.

CD nella directory pagespeed:

cd incubator-pagespeed-ngx

Dai un'occhiata all'ultima versione stabile di pagespeed:

sudo git checkout latest-stable

Esempio di output:

$ cd incubator-pagespeed-ngx
 bytesboss@ubuntu:/usr/local/incubator-pagespeed-ngx$ sudo git checkout latest-stable
 Note: switching to 'latest-stable'.

You are in 'detached HEAD' state. You can look around, make experimental
 changes and commit them, and you can discard any commits you make in this
 state without impacting any branches by switching back to a branch.
 If you want to create a new branch to retain commits you create, you may
 do so (now or later) by using -c with the switch command. Example:

 git switch -c 

 Or undo this operation with:

 git switch -

 Turn off this advice by setting config variable advice.detachedHead to false
 HEAD is now at 11ba8ea54 Update PSOL_BINARY_URL
 bytesboss@ubuntu:/usr/local/incubator-pagespeed-ngx$ 

Ora, avresti notato alla fine dell'output "PSOL_BINARY_URL" stampato. Il collegamento per il download dell'URL PSOL sono le librerie di ottimizzazione della velocità di pagina che devono essere scaricate dal ramo che hai utilizzato, il checkout di GIT.

Per trovare l'URL delle librerie da scaricare, digita il seguente comando per rivelare.

Usa il comando cat per trovare l'URL:

cat PSOL_BINARY_URL

Esempio di output:

:/usr/local/incubator-pagespeed-ngx$ cat PSOL_BINARY_URL
 https://dl.google.com/dl/page-speed/psol/1.13.35.2-$BIT_SIZE_NAME.tar.gz

Nota, l'output ha "$BIT_SIZE_NAME“. Questo per, la maggior parte delle persone sarà x64.

Quindi, scarica le librerie di ottimizzazione PageSpeed ​​(PSOL), così possiamo procedere.

Scarica l'archivio delle librerie stabili PSOL:

wget https://dl.google.com/dl/page-speed/psol/1.13.35.2-x64.tar.gz

Esempio di output:

--2021-06-20 19:28:15--  https://dl.google.com/dl/page-speed/psol/1.13.35.2-x64.tar.gz
 Resolving dl.google.com (dl.google.com)… 142.250.66.174, 2404:6800:4006:80e::200e
 Connecting to dl.google.com (dl.google.com)|142.250.66.174|:443… connected.
 HTTP request sent, awaiting response… 200 OK
 Length: 18740791 (18M) [application/x-tar]
 Saving to: ‘1.13.35.2-x64.tar.gz’
 1.13.35.2-x64.tar.gz       100%[======================================>]  17.87M  26.3MB/s    in 0.7s    
 2021-06-20 19:28:17 (26.3 MB/s) - ‘1.13.35.2-x64.tar.gz’ saved [18740791/18740791]

Ora estrai l'archivio. Questo creerà un "psol” directory automaticamente ed estrarre i file. Otterrai una lunga lista di stampa, ma tutte le librerie sono pronte per essere compilate come un modulo dinamico con il tuo sorgente Nginx una volta terminato.

Estrarre gli archivi:

sudo tar xvf 1.13.35.2-x64.tar.gz

Pre-rilascio ngx_pagespeed – Attenzione

Il processo per l'utilizzo del modulo ngx_pagespeed pre-release e delle librerie PSOL rimane lo stesso del ramo stabile. Quindi tutto ciò che farai è cambiare alcune opzioni come di seguito.

CD nel sorgente clone ngx_pagespeed, quindi controlla l'ultimo ramo pre-release. Nota, il ramo pre-release molto probabilmente cambierà in futuro. 

Pertanto, dovresti visitare il progetto Github rami e trova l'ultima. Attualmente, il ramo 36 è il ramo pre-rilascio con "v1.14.33.1-RC1“. Salteremo il passaggio sulla clonazione, fare riferimento alla "stabile" per le istruzioni.

CD nella directory pagespeed:

cd incubator-pagespeed-ngx

Dai un'occhiata al ramo pagespeed pre-release numero 36:

sudo git checkout 36

Esempio di output:

$ sudo git checkout 36
 Note: switching to '36'.
 You are in 'detached HEAD' state. You can look around, make experimental
 changes and commit them, and you can discard any commits you make in this
 state without impacting any branches by switching back to a branch.
 If you want to create a new branch to retain commits you create, you may
 do so (now or later) by using -c with the switch command. Example:
 git switch -c 
 Or undo this operation with:
 git switch -
 Turn off this advice by setting config variable advice.detachedHead to false
 HEAD is now at 11ba8ea54 Update PSOL_BINARY_URL
 bytesboss@ubuntu:/usr/local/incubator-pagespeed-ngx$ 

Ora, avresti notato alla fine dell'output "PSOL_BINARY_URL" stampato. Il collegamento per il download dell'URL PSOL sono le librerie di ottimizzazione della velocità di pagina che devono essere scaricate dal ramo che hai utilizzato, il checkout di GIT.

Per trovare l'URL delle librerie da scaricare, digita il seguente comando per rivelare.

Usa il comando cat per trovare l'URL:

cat PSOL_BINARY_URL

Esempio di output:

:/usr/local/incubator-pagespeed-ngx$ cat PSOL_BINARY_URL
 https://dist.apache.org/repos/dist/release/incubator/pagespeed/1.14.36.1/x64/psol-1.14.36.1-apache-incubating-$BIT_SIZE_NAME.tar.gz

Nota, l'output ha "$BIT_SIZE_NAME“. Questo per, la maggior parte delle persone sarà x64.

Quindi, scarica le librerie di ottimizzazione PageSpeed ​​(PSOL), così possiamo procedere.

Scarica l'archivio delle librerie stabili PSOL:

wget sudo tar xvf psol-1.14.36.1-apache-incubating-x64.tar.gz 

Estrarre gli archivi:

sudo tar xvf psol-1.14.36.1-apache-incubating-x64.tar.gz 

pubblicità


Compila Nginx con il modulo ngx_pagespeed

Successivamente, compilerai il sorgente Nginx che hai scaricato con il modulo ngx_pagespeed che hai scaricato con le librerie PSOL.

Innanzitutto, CD nella directory dei sorgenti di Nginx. Nota, il numero di versione di Nginx potrebbe essere diverso.

cd /usr/local/src/nginx/nginx-1.21.0

Quindi, installa le dipendenze di build per il sorgente Nginx.

sudo apt build-dep nginx

Esempio di output:

$ sudo apt build-dep nginx
 Reading package lists… Done
 Reading package lists… Done
 Building dependency tree       
 Reading state information… Done
 The following NEW packages will be installed:
   dh-systemd diffstat quilt
 0 upgraded, 3 newly installed, 0 to remove and 0 not upgraded.
 Need to get 331 kB of archives.
 After this operation, 1,016 kB of additional disk space will be used.
 Do you want to continue? [Y/n] 

Riceverai un [S/n], inserisci "Y" continuare.

Ora compilerai il modulo ngx_pagespeed con il "–con-bandiera compatta“. Questo processo renderà il modulo file futuro "ngx_pagespeed.so"compatibile con il tuo server Nginx attivo.

Aggiungi modulo dinamico:

sudo ./configure --with-compat --add-dynamic-module=/usr/local/src/incubator-pagespeed-ngx

Quindi, crea i moduli. Questo processo durerà circa 1 minuto al massimo.

Crea moduli:

sudo make modules

Esempio alla fine del completamento:

objs/ngx_pagespeed_modules.o \
 /usr/local/src/incubator-pagespeed-ngx/psol/lib/Release/linux/x64/pagespeed_automatic.a -lstdc++ -lrt -pthread -lm -luuid \
 -shared
 make[1]: Leaving directory '/usr/local/src/nginx-1.21.0'

Ora, copia il nuovo "ngx_pagespeed.so” modulo nella directory del server Nginx attivo. Le posizioni possono variare a seconda dell'installazione, ma questo dovrebbe essere lo stesso per la maggior parte delle persone.

Sposta il modulo:

sudo cp objs/ngx_pagespeed.so /etc/nginx/modules/

Alternativa:

sudo cp objs/ngx_pagespeed.so /usr/share/nginx/modules/

Carica il modulo ngx_pagespeed in Nginx

Ora è giunto il momento di caricare il modulo ngx_pagespeed in Nginx. Useremo l'editor di testo nano per questo. Per prima cosa, apri il tuo "nginx.conf" file.

sudo nano /etc/nginx/nginx.conf

Ora aggiungi la seguente riga all'inizio del file, un esempio di seguito.

###add module###
 load_module modules/ngx_pagespeed.so;
 
##realistic example in working environment###
 user www-data;
 worker_rlimit_nofile 100000;
 worker_processes  auto;
 error_log  /var/log/nginx/error.log warn;
 pid        /var/run/nginx.pid;
 load_module modules/ngx_http_modsecurity_module.so;
 load_module modules/ngx_http_brotli_filter_module.so;
 load_module modules/ngx_http_brotli_static_module.so;
 load_module modules/ngx_http_headers_more_filter_module.so;
 load_module modules/ngx_pagespeed.so; ##### insert with other modules ###

Per finire, prova la tua configurazione Nginx nel comando di esecuzione a secco, quindi se ok riavvia il server Nginx.

sudo nginx -t

L'output dovrebbe essere:

$ sudo nginx -t
 nginx: the configuration file /etc/nginx/nginx.conf syntax is ok
 nginx: configuration file /etc/nginx/nginx.conf test is successful

Se la sintassi di Nginx è ok, riavvia il servizio Nginx:

sudo systemctl restart nginx

pubblicità


Crea cache PageSpeed

Prima di configurare i filtri, è necessario creare una directory cache per Nginx pagespeed per memorizzare i file memorizzati nella cache e le conversioni di immagini. Questo può essere cambiato in una posizione di tua scelta; tuttavia, lo faremo nella cartella Nginx per la guida.

Crea la directory della cache:

sudo mkdir -p /etc/nginx/ngx_pagespeed_cache

Imposta l'utente www-data come proprietario (Importante):

sudo chown -R www-data:www-data /etc/nginx/ngx_pagespeed_cache

Configurazione dei filer PageSpeed

Ora, ci sono alcuni modi in cui puoi impostare i filtri della velocità di pagina e nessuno è giusto o sbagliato. Tuttavia, per questa guida, creeremo un "pagespeed.conf” file.

La ragione di ciò è dovuta al fatto che la configurazione della velocità della pagina può essere complicata e spesso può danneggiare un sito web. Se vuoi ripristinare rapidamente i moduli pagespeed, puoi commentare la riga include pagespeed.conf nel tuo blocco server.

Crea cartella pagespeed:

sudo mkdir -p /etc/nginx/pagespeed

Crea il file pagespeed.conf:

sudo nano /etc/nginx/pagespeed-example.com.conf

Successivamente, esamineremo il filtro principale impostato in modo sicuro per la maggior parte dei siti Web. Tuttavia, questo può essere cambiato e modificato in una grande quantità di opzioni diverse in futuro, ma dovrai ricercarlo visitando attentamente la documentazione.

###enable pagespeed on the server block###
 pagespeed on;
 pagespeed Domain https://www.example.com;
 pagespeed Domain https://example.com;

###Add this line if your website runs on HTTPS###
 pagespeed FetchHttps enable;

###Set up admin location###
 admin console
 pagespeed Statistics on;
 pagespeed StatisticsLogging on;
 pagespeed StatisticsLoggingIntervalMs 60000;
 pagespeed StatisticsLoggingMaxFileSizeKb 1024;
 pagespeed MessageBufferSize 100000;
 pagespeed LogDir /var/log/pagespeed;
 pagespeed AdminPath /pagespeed_admin;

###SECURE THE LOCATION FROM BAD BOTS AND MALICOUS ACTORS###
 location ~ ^/pagespeed_admin {
    allow 127.0.0.1;
    allow your-own-IP-address;
    deny all;
 }


###Specify the file cache folder that you created earlier###
 pagespeed FileCachePath /etc/nginx/ngx_pagespeed_cache;

###Set the cache settings, you can play around with these numbers###
 pagespeed FileCacheSizeKb            102400;
 pagespeed FileCacheCleanIntervalMs   3600000;
 pagespeed FileCacheInodeLimit        500000;
 pagespeed LRUCacheKbPerProcess     1024;
 pagespeed LRUCacheByteLimit        16384;

###OPTIONAL: use Memcached to further increase performance of pagespeed###
 pagespeed MemcachedThreads 1;
 pagespeed MemcachedServers "localhost:11211";

###Ensure requests for pagespeed optimized resources go to the pagespeed handler###
 and no extraneous headers get set.
 location ~ ".pagespeed.([a-z].)?[a-z]{2}.[^.]{10}.[^.]+" {
   add_header "" "";
 }
 location ~ "^/pagespeed_static/" { }
 location ~ "^/ngx_pagespeed_beacon$" { }

###Set the most common safe filters###
 pagespeed RewriteLevel CoreFilters;

Ora, potresti aver notato che abbiamo rinominato nella directory pagespeed appena creata il file di installazione "pagespeed-example.com.conf“. Questo è stato fatto come se ospitassi più siti web sullo stesso server. Alcuni potrebbero richiedere una personalizzazione della velocità di pagina diversa, quindi la separazione dei file di configurazione eviterà che la configurazione diventi disordinata.

L'opzione di filtro impostata era "CoreFilters” come livello di riscrittura. Nel complesso, PageSpeed ​​offre tre livelli di riscrittura, che sono "CoreFilters, PassThrough e OptimizeForBandwidth". Come avrai notato dai commenti originali, "CoreFilters" è sicuro per la maggior parte dei siti Web e viene utilizzato come predefinito per i test.

Corefiltri è composto da:

  •   add_head - Aggiunge un  elemento al documento se non già presente.
  •   combine_css - Combina più elementi CSS in uno.
  •   combine_javascript - Combina più elementi di script in uno.
  •   convert_meta_tags - Aggiunge un'intestazione di risposta per ogni meta tag con un attributo http-equiv.
  •   extend_cache - Estende la durata della cache di risorse CSS, JS e immagine che non sono state altrimenti ottimizzate firmando gli URL con un hash del contenuto.
  •   fallback_rewrite_css_urls - Riscrive le risorse a cui si fa riferimento in qualsiasi file CSS che non può essere altrimenti analizzato e minimizzato.
  •   flatten_css_imports - CSS in linea appiattendo tutte le regole @import.
  •   inline_css - Inlinea piccoli file CSS nel documento HTML.
  •   inline_import_to_link - Inline  tag che comprendono solo CSS @imports convertendoli in equivalenti  tag.
  •   inline_javascript - Inlinea piccoli file JS nel documento HTML.
  •   riscrivi_css - Riscrive i file CSS per rimuovere gli spazi bianchi e i commenti in eccesso e, se abilitato, riscrive o estende nella cache le immagini a cui si fa riferimento nei file CSS. In modalità OptimizeForBandwidth, la minimizzazione avviene sul posto senza modificare gli URL.
  •   riscrivi_immagini - Ottimizza le immagini, ricodificandole, rimuovendo i pixel in eccesso e incorporando piccole immagini. In modalità OptimizeForBandwidth, la minimizzazione avviene sul posto senza modificare gli URL. 
  •   rewrite_javascript Riscrive i file JavaScript per rimuovere gli spazi bianchi e i commenti in eccesso. In modalità OptimizeForBandwidth, la minimizzazione avviene sul posto senza modificare gli URL. 
  •   rewrite_style_attributes_with_url – Riscrivi il CSS negli attributi di stile se contiene il testo 'url(' applicando il filtro rewrite_css configurato ad esso.

Ora puoi aumentare ulteriormente CoreFilters aggiungendo ancora più filtri. Tuttavia, consiglierei di fare qualche ricerca poiché più filtri equivalgono a più rischi di rottura del tuo sito web. È un'arte utilizzare google pagespeed, esempio di seguito di alcune opzioni aggiuntive.

###css optimization filters###
 pagespeed EnableFilters outline_css;
 pagespeed EnableFilters inline_google_font_css;
 pagespeed EnableFilters move_css_above_scripts;
 pagespeed EnableFilters move_css_to_head;
 pagespeed EnableFilters prioritize_critical_css;

###html optimization filters###
 pagespeed EnableFilters combine_heads;
 pagespeed EnableFilters collapse_whitespace;
 pagespeed EnableFilters convert_meta_tags;
 pagespeed EnableFilters elide_attributes;
 pagespeed EnableFilters pedantic;
 pagespeed EnableFilters remove_comments;
 pagespeed EnableFilters remove_quotes;
 pagespeed EnableFilters trim_urls;

###javascript optimization filters###
 pagespeed EnableFilters canonicalize_javascript_libraries;
 pagespeed EnableFilters defer_javascript;

###image optimization filters###
 pagespeed EnableFilters dedup_inlined_images;
 pagespeed EnableFilters inline_preview_images;
 pagespeed EnableFilters resize_mobile_images;
 pagespeed EnableFilters lazyload_images;
 pagespeed EnableFilters strip_image_color_profile;
 pagespeed EnableFilters strip_image_meta_data;
 pagespeed EnableFilters jpeg_subsampling;
 pagespeed EnableFilters convert_png_to_jpeg;
 pagespeed EnableFilters resize_rendered_image_dimensions;
 pagespeed EnableFilters insert_image_dimensions;
 pagespeed NoTransformOptimizedImages on;
 pagespeed EnableFilters sprite_images;

Una volta fatto, CTRL+O per salvare, quindi CTRL+X per uscire.

Aggiungi la seguente riga, prova e riavvia una volta completata la configurazione per includerla nel blocco del tuo server.

Usa nano editor per aprire il blocco del server:

sudo nano /etc/nginx/sites-available/example.com.conf

Aggiungi la seguente riga per includere i filtri:

include /etc/nginx/pagespeed/pagespeed-example.com.conf;

Testa il tuo server Nginx prima di riavviare:

sudo nginx -t

Se la tua sintassi Nginx è ok e non ci sono errori, riavvia il servizio Nginx:

sudo systemctl restart nginx

pubblicità


Supporto per la conversione WebP

Per generare immagini WebP, installa i seguenti pacchetti sul tuo sistema operativo Ubuntu 20.04.

sudo apt install imagemagick php7.4-imagick ffmpeg

Verifica che ngx_pagespeed sia operativo

Il duro lavoro è stato ripagato. Ora vuoi davvero vedere se PageSpeed ​​funziona. Lo faremo usando il comando curl, come nell'esempio seguente.

curl -I -p https://www.example.com

Dovresti vedere nell'output questa parte come segue:

x-page-speed: 1.13.35.2-0

pubblicità


Precarica ngx_pagespeed

Il modulo ngx_pagespeed non ha una funzione di precaricamento, il che può essere frustrante poiché possono essere necessarie diverse visite prima che gli elementi vengano adeguatamente memorizzati nella cache e ottimizzati. Questo può peggiorare se dovessi eliminare la cache alcune volte al giorno, lasciando inaccettabilmente i livelli di ottimizzazione del tuo sito web.

Tuttavia, inserisci il seguente comando per recuperare tutte le tue pagine web se hai impostato il ramdisk. Inoltre, puoi impostarlo su un cronjob per il futuro da fare ogni ora, giornalmente o settimanalmente. Visitare il Crontab.guru se hai bisogno di aiuto per creare i tempi di cron.

Precarica la configurazione del ramdisk di pagespeed:

sudo wget -m -p -E -k -P /tmp/ramdisk/ https://www.example.com/

Cronjob 1 ora:

00 */1 * * * sudo wget -m -p -E -k -P /tmp/ramdisk/ https://www.example.com/

Risorse della community per PageSpeed


pubblicità


Risolvere i suggerimenti

Panoramica

Uno dei più grandi suggerimenti per la ricerca e il debug dei problemi con PageSpeed ​​sta usando?PageSpeedFilters=+debug parametro la fine del tuo URL. Per esempio, “https://www.linuxcapable.com/?PageSpeedFilters=+debug”.

Una volta caricata la pagina, visualizza l'origine della pagina web e vai alle parti che ti danno un problema, e troverai i messaggi lasciati nel tuo codice sorgente che ti dicono qual è il potenziale errore.

Tieni presente che, una volta corretti i filtri PageSpeed, devi aggiornare la pagina alcune volte. Se stai usando Cloudflare o un servizio simile, quindi assicurati di eliminare la cache. Lo stesso vale per tutti i plugin che fanno anche la cache.

Esempio di errore 1:

Se trovi trovi il seguente errore.

<--The preceding resource was not rewritten because its domain (www.example.com) is not authorized-->

Ciò è generalmente dovuto al fatto che non hai elencato il nome di dominio nell'elenco consentito per ngx_pagespeed. Per risolvere questo problema, aggiungi quanto segue ai file di configurazione della velocità di pagina.

pagespeed Domain https://www.linuxcapable.com;
pagespeed Domain https://linuxcapable.com;

Più a venire ...

Commenti e Conclusione

PageSpeed ​​è un ottimo modo per ottimizzare il tuo sito web in questi tempi in cui l'ottimizzazione SEO con Google Search conta più sulla velocità in questi giorni rispetto agli anni precedenti. Proprio di recente, Google ha aggiornato il suo algoritmo nel luglio 2021 che pone maggiore enfasi sulla velocità di caricamento delle pagine Web, che può alterare drasticamente il posizionamento nei motori di ricerca.

Anche il software è fantastico in quanto funziona sul backend e non su un plug-in aggiuntivo che funziona tramite un'applicazione web come WordPress. Tuttavia, PageSpeed ​​può essere molto complicato; molto probabilmente ti ci vorranno alcuni giorni o anche poche settimane per ottenere la configurazione ottimale per il tuo sito web. Non caricare semplicemente ngx_pagespeed e andartene. È necessario eseguire dei test e più filtri aggiungi, maggiore è il rischio che possa danneggiare il tuo sito web.

Prima di iniziare a scherzare con i filtri, visita Google PageSpeed documentazione. Ti darà risposte approfondite sul rischio coinvolto e di più su ciò che ciascun filtro potrebbe potenzialmente fare sul tuo sito web. La maggior parte delle persone rinuncia a utilizzare PageSpeed ​​poiché non può impegnarsi per farlo bene in quanto richiede molto tempo e frustrante. Ma se lo fai, può potenzialmente trasformare il tuo sito Web da due a 10 volte più velocemente.

Se hai domande, sentiti libero di lasciare un commento qui sotto.

google pagespeedgoogle
Sottoscrivi
Notifica
1 Commento
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Fantastica guida, non sapevo della versione pre-release e di poterla installare con nginx.

1
0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x